Impianti sospesi

Elephant progetta e realizza impianti sospesi a movimentazione manuale per rispondere a esigenze di sollevamento e spostamento dei carichi in modo semplice e con minimo sforzo.

Gli impianti sospesi sono realizzati con profili modulari che consentono di personalizzare l’impianto in base alle specifiche del cliente.

Questi sistemi modulari permettono, infatti, un loro utilizzo ottimale nelle aree di lavoro, con la possibilità di realizzare installazioni ancorandosi alle strutture di copertura preesistenti o semplicemente al soffitto.

Gli impianti sospesi Elephant sono consigliati per quelle aziende che necessitano di spostare i carichi in modo rapido, coordinato ed efficace su un’ampia zona di lavoro.

I PUNTI DI FORZA DEGLI IMPIANTI SOSPESI

I principali punti di forza di questa tipologia di impianto di sollevamento sono:

  • facilità nella movimentazione dei carichi grazie alle testate scorrevoli snodate;
  • ridotto peso proprio;
  • facilità di montaggio e riduzione dei tempi di installazione;
  • bassa manutenzione;
  • facilità di una eventuale modifica futura dell’impianto;
  • altezza di ingombro ridotta.

Inoltre, con un impianto sospeso è possibile disporre, nella versione ancorata al soffitto, di un’area di lavoro totalmente libera, pertanto si potrà operare liberamente e senza impedimenti.

DATI TECNICI

Le portate degli impianti sospesi standard Elephant sono di 125, 250, 500 o 1000 kg, mentre lo scartamento massimo di un impianto sospeso è di 8 mt.

Portata Kg1252505001000

SPECIFICHE DELL’IMPIANTO

L’impianto sospeso può essere realizzatosia con fissaggio al soffitto e conseguente struttura pensile,sia con intelaiatura appositamente progettata e ancorata a terra qualora il tetto dell’edificio non sia portante.

La struttura di supporto viene realizzata su misura con colonne metalliche ancorate al pavimento mediante tasselatura chimica. La struttura può prevedere portali e longheroni o colonne con braccio a sbalzo. Tutte le giunzioni e i fissaggi sono imbullonati, al fine di facilitare le operazioni di montaggio e installazione.

L’impianto è realizzato con profili in canalina con vie di corsa snodate ancorate all’intelaiatura o al soffitto; esse sono collegate al ponte tramite particolari snodi che alleggeriscono i movimenti dell’operatore sia nella fase di partenza, sia in quella di arresto.

Lo spostamento del ponte avviene per mezzo di particolari carrelli con ruote in nylon e cuscinetti di guida per limitare il rumore e l’attrito durante il movimento.

Su richiesta è possibile realizzare impianti a ingombro ridotto per aumentare la corsa gancio, o installare più punti di sollevamento su coppie di vie di corsa per servire un numero maggiore di postazioni di lavoro.

Per carichi pesanti sono disponibili soluzioni bitrave con le quali è possibile ottimizzare la corsa gancio posizionando il paranco tra le vie di corsa stesse.

Contatti

 
captcha
Riscrivi questo codice
Privacy