Gru a Bandiera

GRU A BANDIERA

Elephant progetta e realizza gru a bandiera versatili e semplici per singole postazioni o grandi spazi, per la movimentazione di carichi e sollevamento di materiali pesanti.

Le gru a bandiera sono una soluzione economica, semplice e pratica, generalmente utilizzata per servire singole postazioni di lavoro. Al fine di semplificare il lavoro tra le diverse fasi di lavorazione, è inoltre possibile utilizzare un carroponte per collegare le postazioni e spostare facilmente i semilavorati o prodotti finiti.

La peculiarità di questi impianti è data dalla possibilità di adattarsi ad aree di lavoro anguste e spazi limitati dove altri impianti non potrebbero essere disposti. Inoltre, garantendo molteplici configurazioni, essi possono essere installati anche in strutture con soffitti bassi, con ostacoli particolari o con esigenze specifiche.

 

Gru a bandiera: una variante per ogni esigenza

Le gru a bandiera sono composte principalmente da un braccio rotante su un perno fissato a una colonna in acciaio oppure, mediante apposita staffatura, a un pilastro in cemento o a una trave presente nel sito produttivo.

LA ROTAZIONE

La rotazione del braccio è in genere di 270°, ma può essere incrementata fino a 300°. Tuttavia, laddove necessario è disponibile anche la versione di gru con rotazione a 360°.

La rotazione del braccio avviene in modo fluido e scorrevole, poiché il perno della gru è montato su cuscinetti a sfera. È possibile, inoltre, limitare la rotazione mediante staffe di finecorsa.

La gru a bandiera è disponibile con rotazione del braccio in versione sia manuale, sia motorizzata, ad eccezione del modello in canalina che è soltanto manuale. Nella versione motorizzata, la gru è corredata di motoriduttore ed eventuale inverter per migliorare il controllo nelle fasi di partenza e arresto della rotazione.

LA VERNICIATURA

Tutte le gru a bandiera sono verniciate con antiruggine e due mani di smalto. Le installazioni in esterno sono sottoposte a un trattamento speciale di “verniciatura in clima marino” per aumentare la protezione dall’azione corrosiva degli agenti atmosferici.

Sempre per proteggere al meglio la struttura in esterno, si realizza anche una tettoia per ricoverare il paranco elettrico in stato di riposo.

LE NORMATIVE

Tutti gli impianti realizzati da Elephant sono costruiti nel rispetto delle direttive europee e presentano la dichiarazione di conformità e marcatura CE. Nella fattispecie, essi sono conformi a:

  • 2006-42-CE – Direttiva Macchine
  • 2014-30-UE – Direttiva Europea per la Compatibilità Elettromagnetica
  • 2014-35-UE – Direttiva Europea sulla Bassa Tensione

LE TIPOLOGIE

Le gru a bandiera hanno diverse caratteristiche distintive che ne modificano la configurazione; possiamo distinguerle principalmente per tipologia di basamento o fissaggio e per tipologia di braccio.

Gru a colonna
Gru a mensola
Gru con basamento pallettizzato

Braccio in canalina
Braccio snodato
Braccio sfilabile
Braccio in trave con tirante
Braccio in trave a sbalzo
Braccio con rotazione a 360°

 

Tipologia di Fissaggio delle Gru a Bandiera

GRU A BANDIERA CON COLONNA

La richiesta di una gru a bandiera con colonna implica la progettazione e la fornitura sia della colonna, sia del braccio.

La tipologia di fissaggio a pavimento rappresenta uno degli aspetti centrali in fase di progettazione e installazione della colonna. Vi sono, infatti, principalmente due sistemi di fissaggio:

  1. cornice di fondazione annegata in un plinto di calcestruzzo;
  2. piastra alla base della colonna di tipo maggiorato per i tasselli chimici.

Nella prima soluzione, sarà necessario realizzare uno scavo per la gettata del cemento armato che fungerà da sostegno alla colonna; nel secondo caso, invece, non occorreranno interventi sul pavimento, poiché verranno eseguiti svariati fori per il fissaggio della piastra alla base della colonna di tipo maggiorato per i tasselli chimici.

È possibile progettare delle configurazioni speciali a seconda delle esigenze di sollevamento. Tra le nostre realizzazioni vanno annoverate:

  • gru a colonna con due bracci contrapposti;
  • gru a colonna con tre bracci per servire più postazioni di lavoro.
Vai al prodotto

 

GRU A BANDIERA A MENSOLA

Quando viene richiesta una gru a bandiera senza colonna, si procede alla progettazione di una gru a mensola.

Questa tipologia di gru viene fissata direttamente a un pilastro di cemento armato già presente e può essere installata in due modi:

  1. con staffe e controstaffe: tramite una procedura detta di incravattatura si abbraccia completamente la colonna con barre filettate, controstaffe e dadi; tale installazione è adatta a pilastri in cemento armato e colonne in ferro, e può avvenire anche su muri portanti;
  2. con fissaggio tramite tasselli chimici, idoneo soltanto a installazioni su colonne di cemento armato.

È possibile progettare delle configurazioni speciali a seconda delle esigenze di sollevamento. Tra le nostre realizzazioni vanno annoverate:

  • fissaggi di gru a mensola con due bracci contrapposti;
  • fissaggi speciali per pilastri con nasello o altra specifica;
  • fissaggi ad angolo;
  • staffature speciali per colonne rotonde.
Vai al prodotto

 

GRU CON BASAMENTO PALLETTIZZATO

Un’alternativa alle due soluzioni illustrate in precedenza è rappresentata dalla gru con basamento pallettizzato, consigliata qualora non sia possibile ancorarsi al pavimento e/o vi sia la necessità di spostare la gru tra diverse postazioni di lavoro.

Sono disponibili due versioni di basamento: la più comune prevede il riempimento di un cubo mediante cemento, mentre l’alternativa è una zavorra di acciaio. Quest’ultima soluzione risulta notevolmente più compatta, ma al contempo più dispendiosa della precedente.

Nella gru con basamento pallettizzato, viene realizzata una zavorra esterna alla quale è ancorata la gru a bandiera che, per le sue particolari caratteristiche, risulterà più ingombrante e con raggi d’azione generalmente limitati.

Proponiamo questa soluzione per rispondere a esigenze speciali, tra le quali:

  • asservimento di postazione con riscaldamento a pavimento;
  • necessità di spostamento della bandiera in diverse aree di lavoro (per ovvi motivi si sconsiglia lo spostamento giornaliero);
  • impossibilità di foratura o scavo del pavimento.
Vai al prodotto

 

Tipologia di Braccio delle Gru a Bandiera

GRU IN CANALINA

Il modello di gru più semplice, economico e leggero è quello in canalina, dove il carrello del paranco scorre all’interno del profilo permettendo di movimentare in maniera molto fluida e precisa qualsiasi carico.

In questa versione, lo scorrimento del carrello e della gru può essere soltanto manuale e la portata massima standard è pari a 1000 kg. La canalina prevede sempre l’esecuzione con tirante.

Vai al prodotto

 

GRU IN TRAVE CON TIRANTE O A SBALZO

La versione opposta è la gru in trave, dove il carrello scorre aggrappato alla trave e può essere ad alimentazione elettrica o manuale.

L’esecuzione in trave è nata per incrementare la portata (che nella versione standard arriva a 2000 kg) e consentire l’eventuale installazione di un carrello motorizzato.

La gru in trave può essere tirantata o a sbalzo. Quest’ultima soluzione è idonea per massimizzare la corsa gancio, cioè la distanza massima tra il gancio e il pavimento, e ottimizzare l’altezza a disposizione.

Su richiesta, il braccio può essere motorizzato con rotazione assistita anche con inverter. Il motoriduttore per questa rotazione può essere posizionato sia nella parte superiore, sia nella parte inferiore del perno di rotazione del braccio.

Vai alla gru a in trave Vai alla gru a sbalzo

 

GRU CON BRACCIO SNODATO

La gru a bandiera con braccio snodato è l’ideale per la movimentazione di carichi in presenza di ostacoli nell’area di lavoro. Essa è costituita da due elementi: il primo braccio è fissato alla colonna, mentre il secondo è vincolato all’estremità del primo.

Evitando ostacoli, pilastri, macchinari e interferenze di vario tipo, questa tipologia di braccio permette di raggiungere campi di lavoro che, con la gru a bandiera classica, non si potrebbero raggiungere.

Il braccio snodato è composto da due elementi in cui entrambi i bracci ruotano attorno a perni su cuscinetti a sfera e danno la possibilità di installare il paranco in modo che scorra sulla seconda trave oppure posizionandolo all’estremità del secondo braccio (“fisso in punta”).

Su richiesta, è possibile montare un freno pneumatico sul primo braccio per bloccarlo nella posizione desiderata e far ruotare solo il secondo. Eventualmente, è possibile fissare con un secondo freno anche il secondo braccio.

Sempre in base alle richieste, è possibile avere il primo braccio motorizzato con rotazione assistita.

Vai al prodotto

 

GRU CON ROTAZIONE A 360° MANUALE O ELETTRICA

Per tutte le necessità di copertura integrale di un’area di lavoro, è possibile richiedere particolari gru a bandiera con rotazione a 360°.

Tale esecuzione è realizzabile solo previa installazione di una colonna in acciaio, che ne permette una rotazione continua. La rotazione del braccio può essere sia manuale, con braccio in trave a sbalzo, sia elettrica, con carrello manuale od elettrico.

Questa seconda configurazione permette di movimentare carichi importanti su tutto il raggio d’azione della bandiera; inoltre, consente una portata maggiore, arrivando fino a 50000 kg contro i 2000 kg della gru con rotazione manuale.

Per particolari esigenze, la gru a bandiera con rotazione elettrica può avere un raggio d’azione limitato.

Vai alla Gru con rotazione elettrica Vai alla Gru con rotazione manuale

 

GRU CON BRACCIO SFILABILE

Questa versione fa parte, analogamente alle gru con braccio snodato, della famiglia di gru adatte ad esecuzioni speciali. La gru con braccio sfilabile presenta anch’essa due bracci, uno sotto l’altro, che risolvono i problemi derivanti da ostacoli o aree ristrette nella postazione di lavoro.

La gru con braccio sfilabile a colonna o a mensola prevede diverse soluzioni: con traslazione del secondo braccio manuale o elettrica, con carrello del paranco elettrico o manuale, con rotazione manuale o motorizzata.

Vai al prodotto

 

GRU A BANDIERA CON PARANCO

Tutti i sistemi di sollevamento forniti da Elephant sono dotati di paranco elettrico a catena ed eventuali accessori sottogancio richiesti.

Il paranco installabile sulle gru a bandiera può essere equipaggiato di carrello manuale o elettrico, ad eccezione della gru in canalina, in cui è solo manuale.

Al braccio viene collegato il paranco a catena con una o due velocità di sollevamento, con una traslazione lungo il braccio che può essere manuale o elettrica in funzione delle richieste. Anche il carrello con traslazione elettrica può essere dotato di singola o doppia velocità.

I paranchi possono essere integrati con dispositivo a inverter per un movimento più dolce e la riduzione delle oscillazioni del carico.

Il porta-catena più essere fornito in plastica, in tela o acciaio.

Esecuzioni speciali dei paranchi prevedono un telaio a ingombro ridotto per ottimizzare la corsa gancio.

 

Vuoi un Preventivo Personalizzato?

Compila il nostro form di richiesta informazioni e ti contatteremo per fornirti un progetto su misura.

 
captcha
Riscrivi questo codice
Privacy